18 Ottobre @Sémola ore 20.30: “Cinghiale e dintorni..”

Buongiorno amici di Semola

La cena sarà caratterizzata dalle tinte autunnali all’insegna del   Casentino: patate e marroni di Montemignaio, cinghiale che ci hanno portato da quelle zone.

Inizieremo la cena, come sempre, con un flute di Luna Nascente, la nostra bollicina preferita: sulle cose che ci piacciono siamo abitudinari, ahinoi. Per accompagnarla abbiamo pensato ad un piatto semplice ma sfizioso: una vellutata fatta con le patate più buone del mondo, quelle di Montemignaio (devo chiedere il divorzio se non lo sostengo!) e dei bricioli di bruciate.

Passeremo poi ad una ricetta che ci intriga da un po’: il cinghiale marinato al Gewurztraminer. Marinatura lunghissima per render più delicata la carne, profumo fruttato tipico del vino trentino ed aiutato da un po’ d’arancia, cottura lunghissima ed a temperatura molto bassa che renderà tenerissimo ogni boccone: vi conquisterà!

A seguire un gulash di cinghiale: quindi uno spezzatino, molto umido e speziato rispetto al classico cinghiale alla maremmana. Anche qui più di un giorno di marinatura, che aiuta ad alleggerire un piatto a cui altrimenti pensereste tutta la notte. Abbiamo pensato di abbinarci un Ciliegiolo, fratello “povero” dei grandi Morellini ma adatto, a nostro avviso, ad accompagnare sapori molto speziati.

Chiudiamo con un primo. Detto così sembra una barzelletta, ma le nostre pappardelle col cinghiale profumato all’arancia sono senza dubbio il piatto dal sapore più deciso della serata, sarebbe stato troppo difficile farle seguire da qualcos’altro. Ci berremo un classico, un Nobile di Montepulciano Riserva del 2009, Torcalvano.

“La marmellata più buona che ho mangiato in vita mia” sostiene Francesco,  il nostro chef “è la marmellata Chiaverini al gusto di fichi e mandorle, voglio provare  a fare un dolce che si basi sullo stesso abbinamento”. Nasce così la crostatina con crema pasticcera, fichi e mandorle di Biancavilla. Direi che c’è poco da aggiungere!

Francesco